Bonsai quando posso

Idee, Bonsai e Prebonsai

Table #1 very first attemp

Published by Matteo Ceriani under , on 13:12

Ecco il mio primo tavolino, vedendone molti ho deciso di realizzarne uno in prima persona. Ho utilizzato il ferro, materiale che per me è familiare dato che lo uso praticamente ogni giorno.
Il risultato non è male anche se ci sono ancora margini di miglioramento, soprattutto per quanto riguarda la verniciatura.
Ho già in mente almeno altri due disegni per tavolini. Uno decisamente minuto per il bonsai mame di acero che sto sviluppando.
Le misure di questo (ricavate dal rapporto aureo) sono 40x24x24 cm.
Nelle foto vedete varie fasi della lavorazione e il risultato finale.

This is my first attemp to develop a bonsai table. It is iron made thanks to that fact that i work with iron almost every day.
Not a bad execution al all even tough there are some margins for improvement, more than everything on the painting which did not completly satisfy me.
I'm planning to create more tables and i have some ideas in my mind, especcially a small one that will be perfect for the mame maple bonsai that i'm developping.
I create this table using the golden ratio and its measure 40x24x24 cm which is about 15.7x9.4x9.4 inches.
In the pictures you can see various steps of the work.









Primi rinvasi

Published by Matteo Ceriani under , , , , , , , , , , , on 19:23

Dato che il tempo sembra peggiorare ma le previsioni scongiurano rischi di gelata ho deciso di iniziare i rinvasi. Sono partito dai prebonsai, specialmente quelli che davano già segni di risveglio.
Ho quindi rinvasato tre salici tutti già con le gemme quasi aperte, un castgno nella stessa condizione e tre faggi, di cui uno solo era già sveglio. Essendo però tutti e tre nello stesso vasetto non ho avuto scelta e li ho spostati.
Non ho mai avuto problemi con i rinvasi ma data la precocità del periodo e il fatto che ho utilizzato un substrato per me nuovo sono un po' preoccupato. Spero vada tutto bene.
Dicevo del substrato, girando sui forum mi è stato consigliato di usare la pomice per questo tipo di coltivazione dato che permette un rapido sviluppo della pianta e al contempo nel momento del futuro rinvaso lascerà "pulite" le radici. Comunque controllerò bene le piante fino a quando non le vedrò stabili.

Since that apparently this year it wont freeze anymore i've decide to do the first repottings. I've started from the prebonsai, especially the ones with awakening feedbacks.
So i repotted three willows, a chestnut , and three ashes. Unfortunally only one of the ashes was sprouting but since the all three plants were in the same pot i had to repot all of them.
I've never experienced any problem with repotting but this time it's a little different due to the fact that i have used a substrate that i have never used before: pumice. Actually i have read in many forums that this is the best "soil" to use when plants need to grow, but since I've never used it i don't know if everything is fine.
I think everything will be ok but i will look after this plant till i don't see them stabilized.




Acer Montpellier

Published by Matteo Ceriani under , , on 12:45

Questo è il mio acer montpellier (fa parte dei monspessolanum). La storia di questa piantina rappresenta il mio processo di comprensione dei bonsai. È stata la prima pianta che ho acquistato. Un aquisto su internet; errore da non ripetere, intendiamoci, la consegna è stata rapida e senza problemi e la pianta era quella che avevo scelto. Però scegliere una pianta senza averla vista dal vivo è molto difficile e non credo che lo rifarò.
Mancano le foto della pianta appena arrivata ma in pratica era un piccolo tronco con dei rami lunghissimi e troppo spessi. Nel corso degli anni ho provato ad avvolgerli, potarli, pinzarli senza mai ottenere un risultato soddisfacente. Il problema più grosso è l'equilibrio tra tronco e chioma, e io ho sempre pensato di risolvere questa cosa nel giro di una stagione o due.
Studiando, leggendo, guardando foto ho capito cosa devo fare. Spostare la pianta in un vaso di coltivazione e lasciarla li per un paio di stagioni, dopodiché valutare la soluzione e il disegno migliore.
Non so ancora come comportarmi sul ramo basso che rischia di diventare troppo grosso e importante, vedremo.
Un altro problema é quello che riguarda le radici hanno obbiettivamente un disegno da migliorare.
Questa primavera quindi lo sposterò in coltivazione e ricomincerò la formazione della pianta.
Ps la pianta durante l'ultima estate ha subito un colpo di secco a causa delle alte temperature, fatto che le ha causato un'estate traumatica

This is my acer montpellier (a monspessolanum), the story of this plant is really connected to my comprehension of the bonsai world. I've purchased this tree on line, that was my first error, i mean, the delivery was really fast, the price correct and the tree was very wealthy, but a bonsai must be watched live, you have to "feel" if its the right plant.
I don't have any photo rapresenting the bonsai when it's arrived but basically it was a small trunk with a huge foliage made by long and thick branches.
During the years i've tried pruning, wiring, cutting back but without obtaining a good result. I was trying to accomplish a very long path in a couple of seasons.
Then, after reading articles, partecipate in forums, watching videos and pictures i understand that the plant need a complete restart.
So this spring i'll put in a cultivation pot where i will leave it for a couple of years, during this period i would take care also of the lowest branch and the air roots.
Ps this bonsai in the last summer has suffered of a dry stroke due to the high temperature, this fact indeed caused a loss of leaves and some problems for the plant


 2011






 2012-2013














 2014 pronta per il vaso di coltivazione
2014 ready for the cultivation pot







Sprouting shots

Published by Matteo Ceriani under , , , , , , , , , , , , , , , , , , on 13:11

Solo qualche foto delle varie essenze che stanno gia ingrossando le gemme (beh il fico ha già le foglie quasi aperte!)
La brutta notizia è che l'agrifoglio sembra davvero passato a miglior vita.

Just a few shots of the sprouting plants (the fig prebonsai has already develop a leaf)
Bad news, the holly is not giving feedback so i'm afraid is not alive anymore.

Pyracantha

Zelkova

Zelkova

Castanea

Castanea

Salix
Ficus Carica

Fraxinus

Malus

Fagus

This weather is really going to make me out of my head

Published by Matteo Ceriani under , on 22:06

Come da titolo.
Il meteo è pazzo e mi fa impazzire. Come già scritto in un precedente post, quest'anno il freddo non si è fatto sentire. Sono solito riparare le piante in una zona meno fredda in inverno. E' il mio sottoscala, un locale che funge da serra fredda, illuminata da ampie finestre. Il problema è che quest'anno anche li fa "troppo" caldo. Molti di bonsai stanno già buttando: il melo, due zelkove, il larice e la pirachanta. Inoltre alcuni prebonsai come fico, castagno e salici. Ora dovrò valutare attentamente come procedere, non vorrei rischiare rinvasi affrettati rischiando poi una gelata tardiva... 
Un altro problema è che alcune delle piante che vorrei mettere nel bosco misto sono molto più avanti di altre: salici e castagno già attive e faggi, querce e aceri no. Ora sposterò queste ultime in zone più "calde" per tentare di ristabilire un equilibrio in vista della posa in vaso.

As the title says the weather is really making me mad. I've already wrote about the crazy weather in a previous post. This year (at least where i live) the real cold is not arrived. In winter time i usually put my bonsai and prebonsai in a sort of "cold greenhouse". A very lighted place sheltered from the freezing cold. Problem is that this year this place is warmer than the usual. So many of the bonsai (apple, two zelkovas, a larix and the pirachanta) and some prebonsai (fig, chestnut tree and willows) are sprouting. I don't know what to do right now; repottin could be a risky thing because a late freeze could arrive.
Another issue is for the mixed forest i want to create: willows and chestnut trees are already awake and beech, maples and oak are not, now i will move these trees in a warmer zone hoping to "wake" them on.

Yamadori to be

Published by Matteo Ceriani under , on 22:50

Un altro progetto... Le foto (non sono gran che) mostrano il moncone di una vecchia magnolia. La (ex) pianta è nel giardino di casa mia da moltissimi anni (credo quasi trenta) e quindici anni fa' è stata tagliata per motivi di spazio. Fatto importante è che questa pianta non ha mai mollato e ogni anno getta dei polloni. Qualche giorno fa quindi mi è venuta l'idea... provare a raccoglierla. Data l'età sarà una bella impresa e magari scoprirò che non ne valeva la pena, ma tentar non nuoce...

Another project. The photos (horrible i know) shows an ex magnolia tree. This plant in my garden from about 30 years, fifteen years or so ago has been cutted due to some space issues. The important fact is that the magnolia did not died during this year and every spring has grown new branches. So some days ago an idea blown my mind. Why don't try to collect it? It will be an hard work, and i don't know if the plant will survive but i really want to try.




I bonsai degli altri.

Published by Matteo Ceriani under on 22:32

Capita che amici o conoscenti chiedano di dare un occhio ai loro bonsai... E' sempre una situazione un po' strana. Si tratta molto spesso di piante acquistate in centri commerciali o garden o per qual cosa di benefico (ottima cosa ovviamente quest'ultima).
Quasi sempre queste piante sono Ficus, Carmone o Sagerethie, insomma piante tropicali o subtropicali che nella zona in cui mi trovo soprattutto in inverno faticano, specialmente se non si ha un ambiente adatto.
Inoltre non si sa mai come viene trattata la pianta, acqua, luce, salute della pianta, e non si sa nemmeno quale sia il legame con la persona: se il bonsai è solo un complemento o magari si tratta di un regalo o qualcosa di simile.
Anche oggi mi è capitato un caso del genere, un ficus con gettate lunghissime e foglie molto grandi. Il proprietario ha questa pianta da quasi sei anni, la pianta sembra sana (pare che sia posizionata in una zona adatta) nonostante il vaso non sia bucato e che la terra si fatta da sassolini. Al momento ho deciso di non potarla, l'ho solo concimata e ho tagliato una radice aerea che era marcia. Ho scelto di aspettare un momento più adatto per eseguire un rinvaso per metterla in condizioni migliori.
Per quanto un proprietario può semplicemente pensarla solo come un complemento d'arredo rischiare di fare un danno è sempre brutto e preferisco rischiare con le mie piante piuttosto che con quelle altrui.

It happens that sometimes some friend ask to check out his plant... For me is always a strange situation. Often these trees are Ficus, Carmone or Sagerethia, in short tropical or subtropical plants. Where i live is hard to find the correct environment for this kind of trees. Moreover it's always hard know how the bonsai is been treated, and it's even harder to understand which is the connection between the owner and the bonsai, it could be only a 
small tree to keep on a shelf or maybe it could be a gift.
So today a ficus has passed by my hands, it has very long branches with huge leaves, the owner has this plant for six years, it looks in good condition even if the pot has no holes and the soil is made by small pebbles. I choose not to prune it (i've only cut a rotten aerial root), i only apply some solid compost (is the right word?). i will wait for april or may to repot.
As an owner can simply think of it as just a piece of furniture i prefer not to make serious damage on it. 



L'anno della margotta... The year of the layering

Published by Matteo Ceriani under on 12:46

Oggi ho iniziato a potare le piante del giardino, sono partito dal susino poi toccherà a betulla cigliegio e ai due pini. Potando si notano bene i rami e le loro caratteristiche. Spero quindi di riuscire a trovare dell'ottimo materiale per le margotte. Soprattutto per quanto riguarda susino cigliegio e betulla. Appena sceglierò i rami posterò le foto. 

Today i've started pruning back the plum, next will came the birch, the cherry tree and two pines. I will try to look for some good branches to air layering especially for the deciduos trees. I will post some photos if i will find something right.

Muffa! Mold!

Published by Matteo Ceriani under , , on 12:41

Colpo di sfortuna oggi, per caso ho fatto caso a uno dei vasetti dove conservo i semi e ho notato della muffa. probabilmente li ho messi via un po' umidi. Non sapendo bene cosa fare ho deciso di salvare i più sani e interrarli, speriamo bene!

Misfortune for me! Today i notice that one of my seed jar was full of mold. Probably when i put them in they were a little wet. Not knowing what to do i decided to choose the better ones an put them in small pots with soil, i hope they would sprout eve

Home made: hook

Published by Matteo Ceriani under on 12:33

Ciao, ieri ho realizzato un uncino per districare le radici, è un primo tentativo ma non mi sembra affatto male, è abbastanza grande e sarà sicuramente adatto ai bonsai di grosse dimensioni. Allego una foto

Hi, yesterday i've realized a hook, is usefull to exctricate the roots. It's a first try but it look good, is very large and strong and i think it will be very handy for large plants and for yamadori.


Apple tree!

Published by Matteo Ceriani under , , , , on 12:56

Questo melo (malus) è una delle piante della mia collezione che preferisco, soprattutto durante la fioritura, anche se ad oggi sono molto indeciso su come proseguire il suo sviluppo.
Le prime foto della pianta sono del 2012 anche se la possiedo da qualche annetto in più. E' stato un regalo di un amico anch'egli appassionato di bonsai. Non ricordo se la pianta era ricavata da una margotta o da talea. E' una pianta molto forte ed è cresciuta moltissimo in questi anni, ora è alta circa 40 cm.
Come si vede nelle foto la pianta presenta una magnifica fioritura ma al contempo la struttura della pianta è sproporzionata con rami troppo grossi e dritti. Non so se margottarla per abbassarla e al contempo margottare i rami per ottenere degli altri meli o se semplicemente potarla e ricostruire la struttura... Sono davvero indeciso...
Le ultime foto sono in alta risoluzione e sono dell'estate 2012.

This apple tree (malus) is one of my favourite, especially during the flowering period. It was gave to me by a bonsaist friend several years ago (even though the first photos are from 2012 i own it from 2010 i think), i don't remember if he collected it from an air layering or a cutting.
As the photo shows the plant had a huge develop during this years (now is about 40cm-15in high) and when is covered with flowers is really amazing. The problem is clearly shown in the wintertime silouetthe, the structure is not good with too many thick stright branches. I really don't know what to do now, i have some ideas like an air layering to lower the tree (and other air layering to collect new plants from the higher branches) or a huge cut back to make grow a new brach structure... i just don't know, i'm waiting for THE good idea...
The last pics are from summer 2012 and are in high resolution. 



















 

Blog Archive

Followers