Bonsai quando posso

Idee, Bonsai e Prebonsai

Small works on mulberry

Published by Matteo Ceriani under , on 13:09

Eccomi, è tantissimo che non scrivo, fatto da imputare alle mie vacanze... e alla mia pigrizia...
Oggi pubblico le foto di alcuni piccoli lavori di prospettiva che ho eseguito al Bonsai Do Groane Club un paio di settimane fa (le vacanze mi hanno impedito una pubblicazione più tempestiva).
Avevo portato con me il Gelso perché avevo notato che la pianta non aveva abbastanza stabilità nel vaso e volevo qualche consiglio su come fissarla al meglio.
Per questo problema è stato sufficiente aggiungere un altro paio di fili dai fori di drenaggio e con questi rilegare il pane radicale. L'operazione è stata possibile grazie al fatto che il substrato è quasi totalmente pomice e che quindi si riusciva a passare agevolmente nel substrato stesso.
Una volta risolto questo problema siamo passati ad analizzare la pianta. Premettendo che in questa stagione vegetativa avevo lasciato crescere liberamente la pianta (purtroppo non ho nemmeno una foto) ragion per cui i rami erano molto lunghi.
Abbiamo convenuto di accorciare i rami ad una lunghezza più corretta di modo che gli stessi rametti tendessero a germogliare negli internodi interni per creare una prima ramificazione fine.
Parte della parte alta del tronco è stata pulita con una tronchese e quest'inverno la lavorerò per dare al tronco una forma più conica.
Rimane il problema della mancanza di un vero nebari. Le soluzioni sono due, o aspettare che le radici si ingrossino per creare un piede o eseguire una margotta circa 5 cm sopra al piede attuale. Credo che per quanto più lunga la seconda opzione sia quella che potrebbe dare risultati migliori.

Hi, here i come, it passed so long since my last post due to my vacation and... my laziness...
Today I post three pics of some small works that I executed a couple of weeks ago at the Bonsai Do Groane Club.
That evening I took with me my mulberry because I had noticed that the tree was unstable in its pot so I was looking for some hints in how to fix this problem.
It was quite easy, I rewired the three making the wire pass trough the holes and then fixing the roots as usual.
It was possible because the sustrate is only pumice so the wire can easily pass trough it.
Solved this problem, me and some of the folks analized the plant. In this season I let it grow freely so the branches were long (sorry I have no photo) so we decided to cut them in a proper lenght. This would stimulate the branch to develop a secondary ramification also.
I also worked on the higher part of the trunk with a cutter to emphasise the conicity. In wintertime I will continue this work on it.
There is the lack of nebari problem. We have two solution for it. The first is to let develop the roots as they are and see if the nebari grows better. The second option (the longest but the one that can give better results) is to layer the trunk 5cm (2 inch) above the actual nebari.




Following the hints

Published by Matteo Ceriani under , on 13:06

Ieri ho rinvasato la Pyracantha. 
Come vi avevo raccontato infatti, durante l'incontro al Bonsai Do Groane club tra i vari suggerimenti su come sviluppare la mia Pyracantha quello più immediato era di mettere la pianta in una ciotola bassa e di lasciarla crescere indisturbata fino alla primavera.
In questo modo avrebbe sviluppato nuove radici e si sarebbe rinforzata molto.
Quindi ho proceduto a rinvasarla senza toccare il pane radicale presente e utilizzando un substrato composto di sola akadama per mantenere le stesse caratteristiche che si presentavano nel vaso originario.
Ora l'ho posta in una posizione ombreggiata anche se comunque non dovrebbe avere subito un grosso shock in quanto l'operazione è stata molto veloce

I've repotted the Pyracantha yesterday.
As I've said, during the meeting with the guy of the Bonsai Do Groane one of hints that could be promptly executed was the repotting in a larger and low pot and leave it there till next spring.
In this way the tree can develop new roots and gain more power.
I did a very quick repot, without cutting any of the roots and putting the tree in a pure akadama soil, so the roots will find the same kind of substrate of the old pot.
Now is in a shady place, I think that the plant will react good, in fact this pyracantha is really strong and fit and the repotting was really fast.






 

Blog Archive

Followers