Bonsai quando posso

Idee, Bonsai e Prebonsai

Clean and Tidy

Published by Matteo Ceriani under on 21:42

Ci sono alcuni periodi dell'anno che per noi bonsaisti sono davvero frenetici, mi riferisco sicuramente al periodo dei rinvasi ad esempio, nel quale il tempismo è fondamentale, o anche alle pinzature, momento nel quale bisogna intervenire con precisione e magari dilazionando il lavoro nell'arco di più settimane,
Abbiamo periodi splendidi come quelli di potature e piegature, nei quali il lato più artistico di questa nostra passione viene a galla e ci permette di esprimerci maggiormente.
Anche però in un momento come questo, in cui a parte qualche ultima pinzatura il lavoro è più tranquillo, possiamo ritagliarci un momento per lavorare a favore della pianta.
E così ieri sera, col mio boschetto sono andato al club e ho eseguito una bella pulizia di tutto il vaso.
Cosa intendo con pulizia: ho rimosso tutte le erbacce, i licheni, le piccole piantine di sottobosco che sono cresciute, ho rimosso il brutto muschio che era stato posto per preservare le radici e aiutare l'attecchimento, ho (tentato) di sciogliere un po' la crosta superficiale del terreno  per favorire l'annaffiatura, ho spazzato via tutte le rimanenze, compresi rametti e aghi. E questa mattina ho anche posto un sottile strato di pomice per recuperare l'eccesso che avevo rimosso.
Ho sfruttato l'occasione anche per rimuovere dalle piantine gli aghetti che crescevano in punti non necessari come tronco e parte iniziale dei rami, ho anche rimosso la gemma dominante soprattutto dove si andavano a trovare tre gemme partenti dallo stesso punto.
Insomma un lavoretto di pulizia che non avrà certo l'impatto visivo di grossi interventi ma che garantisce alle piante un terreno più pulito, un migliore drenaggio e in generale una migliore qualità di sviluppo.

For bonsaists some periods are frantic, I'm speaking of repotting time or pinching period. Moments in which timing and precision are fundamental.
Then there are more "artistic" moments, like bendings and prunings times in which we can express our passion in the most visible way.
Even in this more relaxed period (apart from some pinchings I'm only letting the plants free to grow) some works can be done.
So yesterday I went to the club with my little forest and I did a cleaning of all the pot.
I've removed all the weeds, the lichens, small seedlings, I also removed the ugly moss that I placed last year to help plant with humidity. The I try to "break" the crust of the superficial substrate to help the water penetrate. Then I swept away all the dirt, moss, old needles from the pot.
This morning I added some small pumice to refill what I lost sweeping.
I also exploit the situation to remove unnecessary needles from the plants like ones on the trunk or in the beginning of the branches, I even cut away larger buds when in group of three or more.
So a cleaning work that surely doesn't have the most visual impact but is very useful for the health of the bonsai. Thank to this plants will have a better substrate with an improved capacity to absorb water.
So in a few word a better quality life.















0 commenti:

Posta un commento

 

Blog Archive

Followers